Venezia è una delle città italiane più visitate proprio per la ricchezza di tesori d’arte e di storia che custodisce, non solo nei suoi antichi palazzi e monumenti disseminati in giro per la città ma soprattutto nei suoi musei. In questa sezione elenchiamo i principali musei di Venezia, corredati dalla relativa scheda informativa che vi aiuterà ad orientarvi nell’organizzazione del sistema museale veneziano tra pubblico e privato, antico e modern

Il museo di arte europea ed americana del Novecento ospita la collezione personale di arte del ventesimo secolo di Peggy Guggenheim. Ha sede a Palazzo Venier dei Leoni, edificio incompiuto sul Canal Grande, in quella che fu per trent'anni l'abitazione dell'ereditiera americana.

Il Museo di Storia Naturale si trova sul Canal Grande, nel Fontego dei Turchi, uno dei più noti edifici civili di Venezia. Ospita molteplici collezioni naturalistiche ed etnografiche, un centro di studi sulla laguna di Venezia e una ricca biblioteca.

Fondato nel 1919 dopo la 1° Guerra Mondiale, il Museo Storico Navale di Venezia è situato in Campo S. Biagio, in prossimità dell'Antico Arsenale di Venezia, in un edificio che fu Granaio della Serenissima e che è tuttora sotto la giurisdizione della Marina Militare Italiana. Il Museo Storico Navale di Venezia è il più importante nel suo genere in Italia.

 

Il museo ha sede nell' antico palazzo gotico omonimo, situato in campo San Beneto, prima appartenuto alla famiglia Pesaro e poi acquistato da Mariano Fortuny per farne il proprio atelier di fotografia, scenografia e scenotecnica, creazione di tessili, pittura: di tutte queste funzioni l'immobile ha conservato ambienti e strutture, tappezzerie, collezioni.  Di tutte queste funzioni l’immobile conserva ambienti e strutture, tappezzerie, collezioni. 

 

Di proprietà della Diocesi di Venezia e promosso da Papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani, 1912-1978) quand'era patriarca di Venezia, il museo raccoglie opere d'arte, restaurate o in via di restauro, provenienti da chiese di Venezia. Il museo che ha sede nell’ex monastero benedettino di Sant’Apollonia, eretto tra il XII e il XIII secolo, ha una sala dedicata alle argenterie mentre un altro fondo è costituito dagli oggetti donati dai parroci (come le Madonne vestite, nelle tradizionali vesti veneziane).

Situata nella Cà D'oro, il più bel palazzo gotico fiorito sul Canal Grande, la Galleria Giorgio Franchetti raccoglie sculture, bronzi, ceramiche, mobili e dipinti di scuola toscana, fiamminga e veneta tra opere di Mantegna, Giorgione e Tiziano provenienti dal Fondaco dei Tedeschi.

Pagine